Buongiorno a tutti!
Visto il periodo contingente MCR si prende una pausa
Grazie a tutti quelli che abbiamo incontrato in questi quasi 25 anni!
Grazie a chi ha condiviso i momenti di gioia…. e i momenti di ansia
Grazie a chi ha camminato con noi
Grazie a chi ci ha sorretto…e si è fatto sorreggere
Grazie a tutti i clienti, spesso diventati amici, con cui abbiamo creato eventi unici
Grazie a tutti i fornitori, che ci hanno permesso di creare eventi unici
Grazie a tutti i collaboratori, siete ….unici
Grazie a chi ci ha sorriso, a chi ci ha “sgridato”, a chi ci ha parlato, a chi ci ha scritto.
Siete stati tanti, e siete tutti nel nostro cuore
Grazie

Un brindisi

Brindiamo a tempi migliori,

Maria Chiara Rippa

Event introduction

Convegno Nazionale “Microbiologia Clinica e Infettivologia: una combinazione sinergica per una nuova realtà sanitaria”

Nel terzo millennio coloro che avevano preconizzato la rapida scomparsa della patologia da agenti infettivi hanno dovuto ricredersi. Anche nei paesi industrializzati, come il nostro, la globalizzazione ed il progresso sanitario hanno determinato un nuovo scenario epidemiologico, con importanti riflessi di salute pubblica, un significativo impatto sulla assistenza sanitaria e sui costi ad essa correlati. Se da un lato la globalizzazione, con tutte le sue implicazioni, ha incrementato le problematiche infettivologiche, dall’ altro il miglioramento sanitario ha determinato l’emergenza di nuove criticità, legate allo innalzamento della vita media della popolazione, alla comparsa di nuove tipologie di pazienti e di sindromi patologiche complesse. In questa nuova realtà sanitaria, il servizio di microbiologia clinica ha dovuto ridisegnare il suo ruolo strategico, affiancandosi al clinico, in una combinazione sinergica volta alla rapida ed adeguata risoluzione dei problemi infettivi. Come sappiamo la diagnosi d’infezione ha molteplici finalità: clinica, in quanto contribuisce alla gestione del malato con infezione in atto; epidemiologica, poiché consente d’ identificare la fonte e le vie di trasmissione e terapeutico/preventiva. Il microbiologo, infatti , grazie anche all’ avvento di nuove tecnologie, supporta il clinico, nell’ identificazione di nuovi agenti patogeni o di ceppi antibioticoresistenti, contribuendo alla sorveglianza/controllo, alla terapia mirata e all’ uso adeguato ed appropriato degli antibiotici (antimicrobial stewardship). La possibilità di acquisire sistemi diagnostici rapidi ed accurati, se da un lato consente di abbreviare la terapia empirica ed il passaggio al trattamento mirato, dall’ altro si scontra con un servizio sanitario a risorse economiche sempre più limitate. In quest’ottica la centralizzazione, in centri Hub, consente la realizzazione di importanti poli diagnostici di riferimento, a volte lontani logisticamente dai presidi di ricovero, ma non professionalmente dai clinici, che costituiscono il giusto compromesso, nella logica del rapporto costo-efficacia, e costo-efficienza. Il Congresso Nazionale proposto AMCLI-SIMIT nasce dal convincimento che le due componenti, microbiologico clinica ed infettivologica, non possano prescindere l’una dall’altra, soprattutto alla luce delle nuove esigenze sanitarie, in un mondo in evoluzione, che richiede un continuo e puntuale aggiornamento clinico e diagnostico terapeutico.

Date and place

Aula Congressuale Azienda Ospedaliera Universitaria di Ferrara Cona (Fe) V. Aldo Moro n. 8

The event took place on 16 June 2016

More information

If you need more details on the event, please contact us.

Programma
È presente un programma da scaricare
Relazioni
È possibile consultare le relazioni dell'evento
L'evento è accreditato per Medici delle seguenti discipline: Microbiologia, Malattie Infettive, Igiene e Medicina Preventiva, Medicina Interna, Chirurgia, Anestesia, Rianimazione e Terapia Intensiva; Biologi, Farmacisti, Infermieri Professionali e Tecnici di Laboratorio Biomedico